Vangelo Domenica 26 maggio 2013

vangelo2013

Domenica 26 maggio 2013

SANTISSIMA TRINITA’

Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui». Gli disse Giuda, non l’Iscariota: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?». Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e

«Noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui»

Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

(Giovanni 14,23)

La Trinità non è per Gesù un mistero astruso che potremo comprendere solo in Paradiso: è una presenza vivissima che abita stabilmente nel cuore e nella vita del credente. E non è una realtà statica, ma è estremamente dinamica, piena di vita: ama, viene, si manifesta, prende dimora, manda, insegna, ricorda, tanto per richiamare soltanto i verbi del breve Vangelo di oggi.
E’ bello infine notare che le tre Persone condividono tutto: hanno compiti diversi, però ciò che una di loro fa non è mai un’azione autonoma, ma è sempre espressione dei Tre.
Vivere così è il Paradiso anticipato per noi, per l’intera umanità, che è creata ad immagine della Trinità.

Buona festa !
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi