Vangelo – Giovedì 12 luglio 2012

vangelo-cielinuovi

Giovedì 12 luglio 2012
Ss. Nabore e Felice, martiri

Un giorno il Signore Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elia; altri uno degli antichi profeti che è risorto». Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio». Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno.

«Il Figlio dell’uomo – disse – deve soffrire molto»

essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».

(Luca 9,22)

Che il Figlio dell’uomo dovesse soffrire molto, che il Figlio di Dio dovesse essere rifiutato dalle persone che contano era sicuramente una profezia incomprensibile alle orecchie degli apostoli. Non avevano forse seguito Gesù proprio per il fatto che, con il suo carisma e i suoi poteri, avrebbe soggiogato il mondo?
La via della sofferenza ci spiazza sempre, ad ogni annuncio; la salvezza che viene dalla croce ci chiede ogni volta una conversione radicale del pensiero.
Solo chi ama Cristo crocifisso comprende tutto ciò e ha già trovato proprio lì il suo tesoro e la sua pace.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi