Vangelo – Giovedì 22 agosto 2013

vangelo2013

Beata Maria Vergine Regina

Un sabato il Signore Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo. Ed ecco, davanti a lui vi era un uomo malato di idropisìa. Rivolgendosi ai dottori della Legge e ai farisei, Gesù disse:

«È lecito o no guarire di sabato?»

Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò. Poi disse loro: «Chi di voi, se un figlio o un bue gli cade nel pozzo, non lo tirerà fuori subito in giorno di sabato?». E non potevano rispondere nulla a queste parole.

(Luca 14,3)

Per rispettare il sabato e viverlo radicalmente come giorno del riposo di Dio, i farisei avevano indicato alcuni atteggiamenti e gesti: non si dovevano fare lavori di nessun tipo, si celebravano riti nelle case, ecc. Con il passare del tempo queste prescrizioni erano diventate molto numerose, minuziosissime e tassative, fino ad essere paradossali, le esigenze dell’uomo venivano ignorate. Tutto veniva fatto in nome di Dio, della tradizione, che non si poteva assolutamente modificare. La legge per la legge e non per l’uomo.

Gesù rimette al centro l’amore, la persona che è luogo dell’incontro con Dio. Sono i criteri fondamentali, per sempre. Ad essi tutto va subordinato.

Buona giornata!

don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi