Vangelo – Giovedì 27 dicembre 2012

vangelo-cielinuovi

Giovedì 27 dicembre 2012
S. GIOVANNI, apostolo ed evangelista

Il Signore Gesù disse a Pietro: «Seguimi». Pietro si voltò e vide che li seguiva quel discepolo che Gesù amava,

«Colui che nella cena si era chinato sul suo petto
e gli aveva domandato:
“Signore, chi è che ti tradisce?”»

Pietro dunque, come lo vide, disse a Gesù: «Signore, che cosa sarà di lui?». Gesù gli rispose: «Se voglio che egli rimanga finché io venga, a te che importa? Tu seguimi». Si diffuse perciò tra i fratelli la voce che quel discepolo non sarebbe morto. Gesù però non gli aveva detto che non sarebbe morto, ma: «Se voglio che egli rimanga finché io venga, a te che importa?». Questi è il discepolo che testimonia queste cose e le ha scritte, e noi sappiamo che la sua testimonianza è vera.

(Giovanni 21,20)

Giovanni non racconta l’ultima cena, ma il capitolo finale ci riporta il gesto confidenziale del discepolo prediletto, avvenuto quella sera. In un momento così drammatico e sconvolgente, quel discepolo sa entrare nel cuore del Maestro e strappargli quel terribile segreto.
E’ bella questa immediatezza, questa audacia, possibile solo in un rapporto vero e profondo. Avere un’amicizia così con Gesù è il dono più grande che una persona possa avere.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi