Vangelo Lunedi 1 luglio 2013

vangelo2013

Quando videro ciò che era accaduto, i mandriani fuggirono e portarono la notizia nella città e nelle campagne. La gente uscì per vedere l’accaduto e, quando arrivarono dal Signore Gesù, trovarono l’uomo dal quale erano usciti i demòni, vestito e sano di mente, che sedeva ai piedi di Gesù, ed ebbero paura. Quelli che avevano visto riferirono come l’indemoniato era stato salvato. Allora tutta la popolazione del territorio dei Gerasèni

«Gli chiese che si allontanasse da loro, perché avevano molta paura»

Egli, salito su una barca, tornò indietro. L’uomo dal quale erano usciti i demòni gli chiese di restare con lui, ma egli lo congedò dicendo: «Torna a casa tua e racconta quello che Dio ha fatto per te». E quello se ne andò, proclamando per tutta la città quello che Gesù aveva fatto per lui.

(Luca 8,37)

La potenza guaritrice di Gesù incute paura: gli abitanti di Gerasa sono più preoccupati per la mandria di porci precipitati nel lago che per la guarigione di quest’uomo. Una persona che preferisce fino a questo punto la salvezza di un solo uomo è destabilizzante, mette a soqquadro le gerarchie dei valori: meglio che si allontani.

Ogni uomo è preziosissimo agli occhi di Dio, in ciascuno possiamo riconoscere la Sua immagine, la presenza stessa di Gesù che abita in modo speciale nei panni del povero.

Buona giornata !
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi