Vangelo – Lunedì 15 ottobre 2012

vangelo-cielinuovi

Lunedì 15 ottobre 2012
S. Teresa d’Avila,
vergine e dottore della Chiesa

Paolo, servo di Dio e apostolo di Gesù Cristo per portare alla fede quelli che Dio ha scelto e per far conoscere la verità, che è conforme a un’autentica religiosità, nella speranza della vita eterna – promessa fin dai secoli eterni da Dio, il quale non mente, e manifestata al tempo stabilito nella sua parola mediante la predicazione, a me affidata per ordine di Dio, nostro salvatore –, a Tito, mio vero figlio nella medesima fede: grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro salvatore. Per questo ti ho lasciato a Creta: perché tu metta ordine in quello che rimane da fare e stabilisca alcuni presbìteri in ogni città, secondo le istruzioni che ti ho dato. Ognuno di loro sia irreprensibile, marito di una sola donna e abbia figli credenti, non accusabili di vita dissoluta o indisciplinati. Il vescovo infatti, come amministratore di Dio, deve essere irreprensibile:

«Non arrogante, non collerico, non dedito al vino,
non violento, non avido di guadagni disonesti,
ma ospitale, amante del bene, assennato,
giusto, santo, padrone di sé,
fedele alla Parola, degna di fede, che gli è stata insegnata»

perché sia in grado di esortare con la sua sana dottrina e di confutare i suoi oppositori.

(Tito 1,7)

Le caratteristiche che Paolo chiede per i presbiteri sono, in pratica, quelle che dovrebbero corrispondere a qualunque cristiano.
Infatti sono gli atteggiamenti che rendono amabile una persona.
Solo in questo modo è possibile testimoniare agli altri Gesù.
Non è infatti tanto ciò che diciamo quanto ciò che siamo che fa riflettere chi ci avvicina.
La responsabilità è grande, molti guardando noi si fanno un’idea di Dio.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi