Vangelo – Lunedì 25 febbraio 2013

vangelo2013

Lunedì 25 febbraio 2013

Il Signore disse ad Abram: /

«Vattene dalla tua terra,
dalla tua parentela
e dalla casa di tuo padre,
verso la terra che io ti indicherò»

Farò di te una grande nazione / e ti benedirò, / renderò grande il tuo nome / e possa tu essere una benedizione. / Benedirò coloro che ti benediranno / e coloro che ti malediranno maledirò, / e in te si diranno benedette / tutte le famiglie della terra». Allora Abram partì, come gli aveva ordinato il Signore, e con lui partì Lot. Abram aveva settantacinque anni quando lasciò Carran. Abram prese la moglie Sarài e Lot, figlio di suo fratello, e tutti i beni che avevano acquistati in Carran e tutte le persone che lì si erano procurate e si incamminarono verso la terra di Canaan. Arrivarono nella terra di Canaan e Abram la attraversò fino alla località di Sichem, presso la Quercia di Morè. Nella terra si trovavano allora i Cananei. Il Signore apparve ad Abram e gli disse: «Alla tua discendenza io darò questa terra». Allora Abram costruì in quel luogo un altare al Signore che gli era apparso.

(Genesi 12,1)

Solo Dio può dare un comando così strano ad un uomo ormai avanti negli anni. Solo per Lui ha senso lasciare tutto il bene che si ha, interrompere legami che appaiono importanti. Perché Lui sa quello che dice e quello che fa.
Ma la cosa da scoprire è ancora un’altra.
Se Dio chiede molto è perché vuole dare infinitamente di più. Se ci allontana è per colmare ancora meglio i nostri cari con grazie straordinarie che altrimenti non li raggiungerebbero.
Le Sue promesse sono immense, come quelle fatte ad Abramo, perché il Suo disegno è meraviglioso.
E con il tempo, poco a poco, ce lo mostra e ce lo spiega.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi