Vangelo – Martedì 18 dicembre 2012

vangelo-cielinuovi

Martedì 18 dicembre 2012
II Feria prenatalizia dell’Accolto

L’angelo disse a Zaccaria: «Io sono Gabriele, che sto dinanzi a Dio e sono stato mandato a parlarti e a portarti questo lieto annuncio.

«Ed ecco, tu sarai muto e non potrai parlare
fino al giorno in cui queste cose avverranno»

perché non hai creduto alle mie parole, che si compiranno a loro tempo». Intanto il popolo stava in attesa di Zaccaria e si meravigliava per il suo indugiare nel tempio. Quando poi uscì e non poteva parlare loro, capirono che nel tempio aveva avuto una visione. Faceva loro dei cenni e restava muto. Compiuti i giorni del suo servizio, tornò a casa. Dopo quei giorni Elisabetta, sua moglie, concepì e si tenne nascosta per cinque mesi e diceva: «Ecco che cosa ha fatto per me il Signore, nei giorni in cui si è degnato di togliere la mia vergogna fra gli uomini».

(Luca 1,20)

Quando siamo sordi davanti alla Parola di Dio che ci fa delle richieste ben precise, ci resta impossibile annunciare agli altri il Vangelo.
Non rimaniamo muti fisicamente come Zaccaria, ma le nostre parole non toccano i cuori, restano vane.
Quel silenzio però può essere molto fecondo. Ci mostra la necessità assoluta di avere un rapporto vivo con la Parola e ci stimola a ricominciare, dopo ogni sosta, nel cammino della Luce.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi