Vangelo – Martedì 27 novembre 2012

vangelo-cielinuovi

Martedì 27 novembre 2012

I farisei uscirono e tennero consiglio contro il Signore Gesù per farlo morire. Gesù però, avendolo saputo, si allontanò di là. Molti lo seguirono ed egli li guarì tutti e impose loro di non divulgarlo, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia: «Ecco il mio servo, che io ho scelto; / il mio amato, nel quale ho posto il mio compiacimento. / Porrò il mio spirito sopra di lui / e annuncerà alle nazioni la giustizia. / Non contesterà né griderà / né si udrà nelle piazze la sua voce. /

«Non spezzerà una canna già incrinata»

non spegnerà una fiamma smorta, / finché non abbia fatto trionfare la giustizia; / nel suo nome spereranno le nazioni».

(Matteo 12,20)

Lo stile di Dio è ben lontano dalla mentalità efficientista. Qui Gesù incarna la profezia che lo vuole Messia attento alle persone più fragili, segnate dalla vita, bisognose di molta cura, di quell’incoraggiamento che nessuno da loro. E’ la vicinanza ai poveri, ai sofferenti, a quelli che faticano.
Noi stessi ci accorgiamo quanto sia consolante essere sorretti nei momenti di crisi e nessuno come Gesù sa ridonarci la forza e la fiducia, grazie all’immenso amore che ha per noi.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi