Vangelo – Venerdì 6 luglio 2012

vangelo-cielinuovi

Venerdì 6 luglio 2012
S. Maria Goretti,
vergine e martire

Il Signore Gesù e i discepoli approdarono nel paese dei Gerasèni, che sta di fronte alla Galilea. Era appena sceso a terra, quando dalla città gli venne incontro un uomo posseduto dai demòni. Da molto tempo non portava vestiti, né abitava in casa, ma in mezzo alle tombe. Quando vide Gesù, gli si gettò ai piedi urlando, e disse a gran voce: «Che vuoi da me, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Ti prego, non tormentarmi!». Gesù aveva ordinato allo spirito impuro di uscire da quell’uomo. Molte volte infatti si era impossessato di lui; allora lo tenevano chiuso, legato con catene e con i ceppi ai piedi, ma egli spezzava i legami e veniva spinto dal demonio in luoghi deserti. Gesù gli domandò: «Qual è il tuo nome?». Rispose: «Legione», perché molti demòni erano entrati in lui. E lo scongiuravano che non ordinasse loro di andarsene nell’abisso. Vi era là una grande mandria di porci, al pascolo sul monte. I demòni lo scongiurarono che concedesse loro di entrare nei porci. Glielo permise. I demòni, usciti dall’uomo, entrarono nei porci e

«La mandria si precipitò, giù dalla rupe, nel lago e annegò»
(Luca 8,33)

L’esito finale di questo miracolo, che è tra i più curiosi e misteriosi tra quelli operati da Gesù, appare assai drammatica. Questa mandria impazzita che si precipita nel lago mostra la potenza irrazionale del male che travolge e distrugge con violenza. E’ uno spettacolo che sempre ci spaventa.
Ma al tempo stesso vediamo da quale istinto di autodistruzione Gesù vuol liberare l’uomo, per restituirlo ad una vita serena, sapiente ed equilibrata.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi