Vangelo – Venerdì 9 novembre 2012

vangelo-cielinuovi

Venerdì 9 novembre 2012
Dedicazione della Basilica Lateranense

La donna Samaritana disse a Gesù: “Signore, vedo che tu sei un profeta. I nostri padri hanno adorato Dio sopra questo monte e voi dite che è Gerusalemme il luogo in cui bisogna adorare”. Gesù le dice: “Credimi, donna,

«E’ giunto il momento in cui né su questo monte,
né in Gerusalemme adorerete il Padre»

Voi adorate quel che non conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei. Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; perché il Padre cerca tali adoratori. Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità”.

(Giovanni 4,21)

Gesù inaugura un nuovo modo di adorare Dio. Supera le esperienze antiche che confinavano Dio in un luogo preciso e mostra l’universalità della sua presenza.
Soprattutto insegna che l’adorazione è anzitutto un’esperienza libera e interiore, un incontro personale, in cui Dio si rivela all’uomo facendosi conoscere per ciò che realmente è.
Per la samaritana questo incontro è avvenuto con tutta chiarezza: parlando con Gesù e accogliendo l’”acqua viva” che Lui le donava è stata subito introdotta, senza immaginarlo, in questa adorazione, in questa conoscenza autentica di Dio, che l’ha guarita e le ha riempito la vita.

Buona giornata!
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi