Vengelo Domenica 10 novembre 2013

vangelo2013

Domenica 10 novembre 2013

Il Signore Gesù disse: «Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra. Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”. Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?”. E il re risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli,

«L’avete fatto a me»

Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: “Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato”. Anch’essi allora risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?”. Allora egli risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l’avete fatto a me”. E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna».

(Matteo 25,40)

Vedere Gesù in tutti può portare a esperienza imprevedibili: «E’ notte fonda. Improvvisamente qualcuno spalanca con forza la porta di casa: “Tutti a terra!”. Gridano. Sono banditi. Afferrano Marie-Francis, la mia sorellina più piccola, la chiudono dentro l’armadio. Frugano dappertutto, prendono giacche, la radio, lo zaino di papà… Non trovano soldi perché siamo poveri. Allora tirano fuori dall’armadio Marie-Francis e uno di loro, con un grande coltello in mano, minaccia: “O ci date i soldi, oppure…”. Mi alzo. Il coraggio mi viene da Gesù. Proprio quel giorno ci eravamo proposti di vederlo e amarlo in tutti. Guardo quell’uomo fisso negli occhi e gli dico: “Questo tu non lo puoi fare! Io lo so, in te c’è Gesù! Io vedo in te Gesù!”. Il bandito mi guarda a bocca aperta, poi mette a terra la mia sorellina. Fa un cenno al suo compagno ed escono senza portare via niente. Lasciano pure i pochi spiccioli che avevano preso dal borsellino della mamma» (John, Cameroun).

Buona domenica !
don Carlo

About Author: Cieli Nuovi

Le date dei pellegrinaggi

prenota il video

Modulo prenotazione

scarica il modulo di prenotazione

Web Cam Medjugorje TV

prenota il video

Archivio News

Regala Medjugorje con Cieli Nuovi
Cieli Nuovi